Competence business company

Storia


Camilo è coinvolto nel Motorsports da quando è nato infatti suo padre Alberto inizia a correre a Bogotà -Colombia già a partire dal 1970.

Alberto è sempre pronto ad insegnare tutte le sue conoscenze tecniche e professionali a Camilo permettendogli di imparare e migliorare le sue capacità in fretta. Le lezioni più preziose sono state proprio quelle di suo padre che gli ha insegnato la dedizione e la professionalità, doti fondamentali per competere contro i migliori piloti e vincere gare e campionati.

Nel 1992, quando Camilo ha 12 anni, Alberto decide di incoraggiarlo a correre nel campionato kart regionale e nazionale. Nel corso degli anni Camilo vince numerosi campionati, trovando diverse sponsorizzazioni, che gli permettono di continuare a competere e vincere campionati internazionali, arrivando al debutto con vetture monoposto e a ruote coperte.

Dopo i suoi successi, Camilo si contraddistingue come "Pilota Giovane Rivelazione", tale titolo lo aiuta a trovare altri sponsor e persone che credono nel suo talento, continuando a dimostrare che potrebbe avere una carriera di successo come pilota professionista.

Camilo sà bene che per diventare un pilota di successo deve capire e imparare tutti gli aspetti meccanici del kart e delle macchine da corsa. Così nel 2000, con l'approvazione di suo padre Alberto, decide di iscriversi alla Jim Russell Racing School in California (USA). Qui porta a termine la sua formazione Meccanica studiando come perito meccanico e correndo nel Campionato Jim Russell, portando a termine gli studi con eccellenza ottenendo grandi risultati.

Nel corso degli anni la ricerca di sponsor per continuare la sua carriera da pilota diventa sempre più difficile, così, Camilo decide di spostarsi nel vecchio continente in Europa a cercare l’opportunità nelle competizioni di alto livello partecipando al campionato tedesco di F3 con CCT (Competition Car Technology) di Alexander Buerger.

Dopo di che Fulvio Maria Ballabio lo aiuta a mettersi in contatto con Enzo Coloni (persona ben conosciuta nel motorsport internazionale), senza l’opportunità di guidare, gli viene offerto un lavoro all’interno del Team Coloni situato a Passignano Sul Trasimeno in Italia. Camilo lavora due anni per la Coloni Motorsport, dopo di che decide di trasferirsi al team Trident Racing a Novara sempre in Italia. Nel 2010 Camilo diventa parte della squadra di Mr. André Herck team manager del team DPR, dove ricopre il ruolo di responsabile macchina di Michael Herck nel Campionato GP2 Series.

Fino a qui Camilo si è costruito “un nome” da solo all'interno dalle corse in Europa: piloti, ingegneri e proprietari di squadra sentono parlare delle sue grandi capacità. Nel 2011 lavora presso la Scuderia Coloni sempre come responsabile macchina di Michael Herck nel Campionato GP2 Series.

Camilo ha la passione per le corse nel sangue; egli continua a correre il più possibile ogni volta che gli si dà l'opportunità. La conoscenza meccanica che ha acquisito negli anni lo aiuta a perfezionare il suo stile in pista, le persone che credono nelle sue capacità di guida e nel talento, lo vedono crescere come pilota sempre più professionale, consistente e costante.

Grazie alla possibilità data dal André Herck, dopo sei anni di duro lavoro, sacrifici e dedizione, alla fine del 2010 Camilo guida una vettura GP2 ad Abu Dhabi, e finalmente soddisfa le sue aspettative iniziate con il suo viaggio in Europa!!! Camilo rimarrà sempre grato di questa opportunità unica e speciale che André Herck gli ha dato!

Anche con il passare del tempo, resta sempre molto desideroso di avere l'opportunità di mettersi di nuovo al volante sperando in una posizione più stabile per dimostrare in pista la sua eccezionale abilità come pilota.

Nel 2011 Camilo ha l'opportunità finalmente di rimettersi al volante: viene invitato dal Team CAAL Racing a Magione per un test con una BMW che partecipa al Campionato Superstars. Con la stessa vettura ha anche l'opportunità di guidare in una gara regionale dove occupa il gradino più alto del podio vincendo la competizione! Successivamente partecipa alla 100 Miglia di Magione sempre con BMW e dimostra di poter competere per la vittoria. Diverse squadre notano la capacità di Camilo e il Swiss Team (campione in carica del campionato Superstar) gli propone di provare la Maserati Quattro Porte, evidentemente Camilo ha fatto segnare i migliori tempi e la squadra è molto impressionata dalla sua conoscenza tecnica e carattere dimostrato.

Il nuovo anno 2012, porta buone notizie per Camilo: finalmente ha un sedile per la stagione 2012. Grazie al suo amico Sauro Cozzari, che ha sempre creduto in lui, quest'anno Camilo sarà in grado di esaudire il suo sogno!! Grazie Sauro.